domenica, agosto 28, 2011

Vento Emotivo

Vento Emotivo


Oggi il vento era favoloso.. al molo si volava, vi ho messo il gattino che vi chiama sul video.. pensando agli spazzini che mettevano a posto e il vento poi faceva volare tutto di nuovo, mi è venuto in mente la frase "lasciarsi andare", il vento te lo ricorda, è inutile che insisti.. ti dice: "lasciati trasportare da me.. metterò anche in disordine.. ma ti spazzo via anche i tuoi pensieri" Talvolta andiamo controvento.. che fatica. bello.. il vento "mi porta su" come dice mio figlio Andrea, quindi mi rende felice.. volare mi rende felice.. lasciarmi andare con la mente mi rende felice.
Alessandro Valerio
 
Tel. +39 3391078515

venerdì, agosto 26, 2011

Tutti Amici

Tutti Amici
 
Stamane passeggiata con la mente rivelatrice.. tanto me la porto sempre dietro. Belle le vacanze? immaginatele perenni.. bello? beh.. questa è la vera vita che noi dovremmo fare, felici perenni.! Adesso riecheggiano le solite frasi di fine vacanze... "come si stava bene li, se potessero essere di più..". etc. Che palle.! ma cambiamo i soliti discorsi.. "Sii impeccabile con la parola" dice Ruiz.
Comunque non era di questo che volevo parlarvi, stamane passeggiando ho fatto un esercizio, osservavo la gente che incontravo come di solito faccio per entrare in energia con loro, sentire cosa la mente mi dice e mandargli un pensiero gentile, soltanto che oggi ho inserito anche questo pensiero: se incontrandomi con lo sguardo (senza insistere perchè se no si invade troppo) ci conoscessimo come amici, magari nella vita quotidiana siamo conoscenti e amici, e quindi nel nostro incrociare gli sguardi il nostro volto si riempirebbe di un sorriso, incominceremmo a dire "ciaoooo.. come stai?" etc..
Così ho fatto a tutte le persone che ho incontrato.. naturalmente con la mia energia e pensiero.. non fisicamente, se no mi avrebbero preso per pazzo..!
Bello.. provatelo anche voi, rende la vostra giornata più allegra e di sicuro la vostra "trasmissione" lo riempirebbe anche agli altri.

Alessandro Valerio
 
Tel. +39 3391078515

lunedì, agosto 01, 2011

Io faccio star bene

Io faccio star bene


Io faccio star bene.. io? Chi è io.! prima mi ha telefonato un amico, uno del gruppo della saletta. Sta male perché la donna lo ha lasciato, abbiamo parlato un pò e poi è stato meglio, ma ascoltandomi stavo meglio anche io, si anche io ho pianto e quando lui la saputo si è rincuorato che anche il suo mentore è un essere umano ;-) Gli spiegato che ognuno al proprio livello trova la grandezza dei propri ostacoli..

In quel momento ho sentito che basta un nulla per cambiare il proprio stato, non riesco in questi giorni a stare bene, ed ora mi succede che la persona che mi chiama perchè vuol stare meglio e quella che mi fa stare meglio, con lui io facevo il dottore è guarivo me stesso.. che figata.

Siamo specchi ma anche gli originali del nostro mondo.. fatemi un favore chiamatemi più spesso.. io ci tengo a stare bene.. IO STO BENE.!
 
Alessandro Valerio
www.twimt.com
cocioale@gmail.com
www.cocioale.com

Fare Outing

Fare Outing



Che dire.. quanto è difficile parlare di cose interiori, la vergogna è forte, abbandonarsi alle paure.. sapere che non esistono è una liberazione, difficile spogliarsi nudi difronte agli altri, magari in una spiaggia di nudisti è più facile perchè lo fanno tutti. Fare Outing viene fuori perchè non nè puoi più, sei arrivato in fondo, in India dicevano fatti mangiare dalla Tigre, sai che è più veloce e alla fine ti raggiunge.. hai il coraggio di buttarti nelle sue fauci? sai che c'è la morte, ma chi lo sà? addesso sappiamo che è la nostra biologia, è lei che ha paura.
C'è un fatto che ricordo molto bene, molto doloroso, i miei mi hanno lasciato a dormire dai nonni, io non volevo è ho pianto tutta la notte,  mi ricordo mia madre alla mattina il suo dispiacere, quanto si è scusata, dicendo che non succederà più. Invece è successo ancora.. è morta e mi ha lasciato ancora solo.
In questo momento sto piangendo, che liberatorio che è anche quello. Mi raccontava di una volta, periodo che non mi piacevano le verdure, soprattutto i piselli, lei aveva cucinato quelli, credo nella pasta o nel riso, e io piangevo a dirotto, singhiozzavo.. non li avrei mai mangiati, imprecavo contro Dio del perchè li aveva inventati, poi lei li tolse dal riso.. uno a uno.. se non è amore questo.! l'amore di una mamma per un figlio è la cosa più bella che esista.!
Cosi ogni tanto se non riesco a piangere, perchè si dice che un uomo non deve piangere, mi rammento questa storia, mi leggo la poesia che lei ha scritto per me quando ero piccolo, è nel sito se la volete leggere, è come mettersi un dito in bocca quando non si riesce a vomitare, scusate l'accostamento, vi auguro a tutti di fare Outing ogni tanto.. fa bene alla salute dell'Evoluzione e Mamma Terra e li che vi accarezza.

Alessandro Valerio
www.twimt.com
cocioale@gmail.com
www.cocioale.com